Parole di Lotta

L’esercito dei tirocinanti

in Battaglie e idee di

Sarà pur nostalgico parlare ancora, nell’oblio tollerante e ipocrita in cui è precipitato il pensiero marxiano, di quel famoso “esercito di riserva”, tanto illustre fantasma di tempi passati. Eppure la legge del mercato, con i suoi inganni e i suoi ricatti, di molto non è cambiata; si è fatta astuta certo, si è legittimata, ha…

Leggi ancora un po'

Cosa è successo a Verona?

in Battaglie e idee di

Sabato Verona è stata invasa. Invasa da un’ondata femminista, antisessista e antiomofoba. Un corteo i cui numeri sono ancora da stabilire ( le stime più al ribasso lo danno sui 30.000 partecipanti, quelle più ottimistiche oltre i 100.000), composto dalle persone più disparate. Girando per le file della protesta si poteva incappare in pochi secondi…

Leggi ancora un po'

Quel Congresso che non vogliamo

in Battaglie e idee di

Dopo aver già fatto parlare parecchio di sé, sarà nel corso di questo weekend che la XIII edizione del Congresso Mondiale delle Famiglie (World Congress of Families, WCF) porterà tutti i riflettori sulla città di Verona. Dal 29 al 31 Marzo, infatti, Verona ospiterà uno dei più potenti gruppi mondiali di antiabortisti, antifemministi, anti-LGBTQI, che…

Leggi ancora un po'

il nostro Manifesto

in Battaglie e idee di

La nostra fragile Italia, sempre più distante dall’Europa, annaspa nella paura di ciò che prima era futuro e ora è un domani da temere: per questo bisogna lottare. Impietriti nella paura di un mondo che ci sfugge di mano, restiamo indifferenti, perdendo così la possibilità di cambiare le cose. Non si può restare indifferenti quando il…

Leggi ancora un po'

Blastare è antidemocratico

in Opinioni di

Qualsiasi democrazia sana, e quella italiana al momento non lo è, si fonda sul dialogo. Lo scontro dialettico tra le varie anime, idee, componenti e sogni della società porta al compimento di quello che, non a caso, viene chiamato esercizio democratico. Perché di esercizio si tratta, un esercizio quotidiano complicatissimo, dopotutto per quanto possa essere…

Leggi ancora un po'

Ci stiamo abituando a tutto?

in Opinioni di

Il vice-presidente del consiglio 1 apre Facebook, scrive il suo post trionfante e a chiosa del tutto inserisce due emoji: un braccino che mostra i muscoli e la bandiera italiana. Il vice-presidente del consiglio 2 apre Facebook e, in nome della “tranquillità serale”, pubblica le foto dei gattini dei suoi fan come una Barbara D’Urso…

Leggi ancora un po'

PUNTATA 1 – Percezione dell’opinione pubblica: uscire dalla logica emergenziale

in Immigrazione di

Spesso distratto dalla necessità di generare slogan appetibili all’opinione pubblica (di qualsiasi preferenza politica), il dibattito sul tema immigrazione tende a perdere contatto con la realtà concreta dei fatti. Tralasciando il calderone quotidiano di invettive e soluzioni più o meno realizzabili, una delle poche certezze è che, negli ultimi anni, le politiche applicate in Italia…

Leggi ancora un po'

Obbiettiamo, Vostro Onore!

in Immigrazione di

La decisione del Tribunale del Riesame di Reggio Calabria in merito alla sospensione degli arresti domiciliari per il sindaco di Riace Mimmo Lucano, arriva a tarda sera. La riunione del Consiglio è durata ore e la tensione ha fiaccato chi attendeva fremente quel verdetto, tanto che al momento del pronunciamento, le centinaia di persone che…

Leggi ancora un po'

Antigone a Riace

in Opinioni di

L’arresto di Mimmo Lucano crea imbarazzo. L’imbarazzo dell’astrazione. Dell’astrazione e della rivelazione. Crea imbarazzo tra i pacati sostenitori della legge, chiamati a costituirsi, a dichiararsi colpevoli, quando la legalità si infrange, fracassandosi, contro la giustizia non assoluta. Davanti alla disobbedienza civile di Lucano la legge appare come Sofocle l’aveva svelata: una sempre relativa, inderogabile, sopraffazione.…

Leggi ancora un po'

Dov’è finita la verità?

in Opinioni di

Nell’era geologica del muro di Berlino esistevano diverse verità. Il modo geografico di intendere la libertà ci permetteva di scegliere quale seguire, nei limiti dell’anonimato: c’erano (all’apparenza) due sistemi reali e si poteva scegliere di appoggiarne uno. Se era quello opposto alla propria geografia, in segreto; in generale bisognava adattarsi alla propria locazione geografica. Americano…

Leggi ancora un po'

torna su