Parole di Lotta

Tag archive

sinistra - page 3

Pisapia o non Pisapia, non arriveremo a Roma

in Politica di

3 minuti di lettura A Firenze dormimmo e un intellettuale, la faccia giusta e tutto quanto il resto, ci disse ‘No, compagni, amici, io disapprovo il passo, manca l’analisi e poi non c’ho l’elmetto. Pisapia è il ritratto della Sinistra italiana, con la sua schizofrenica indecisione e triste paura di osare. Ha ragione quando dice…

Leggi ancora un po'

Perché guardiamo altrove

in Opinioni di

Non c’è storia: Corbyn ha quasi vinto, Sanders l’avrebbe fatto, Mélenchon ha fatto incetta di voti, e uscendo dal paradigma di sinistra possiamo guardare anche a Macron, il neo (ormai mica tanto) eletto presidente della Francia, e vedere che tutti questi leader politici hanno qualcosa in comune: sono oggetto di studi dall’elettorato italiano, illuso di…

Leggi ancora un po'

Si marciava verso destra…

in Appunti letterari di

– Perché sei diventato fascista? – I tempi sono difficili, mi hanno promesso tante cose… Risponde così un cameriere a Emilio Lussu, che era stato suo capitano durante la Grande Guerra. Eppure il giovane lo mette in guardia, lo invita a fuggire perché una squadra di fascisti lo sta cercando. Ma perché deve fuggire chi…

Leggi ancora un po'

Per una sinistra noiosa

in Opinioni di

E’ ormai fatto noto, trito e ritrito che la sinistra di tutto il mondo soffre la sua crisi d’identità più profonda dal suo profilarsi come forza politica. Spesso uno dei motivi e problemi che alimenta la sua crisi e viene sbandierato come uno dei problemi maggiori da affrontare, è il distacco tra le elìte di…

Leggi ancora un po'

Il 14 fiorile di Matteo Renzi

in Politica di

Mi si perdonerà di aver citato, per un argomento come questo, Karl Marx, ora più che mai epurato dalle sedi del maggior partito di “sinistra” italiano, il Partito Democratico. La storia del PD è una storia di conflitto, tragico e ben poco eroico, tra due componenti che solo nei migliori sogni di Walter Veltroni e…

Leggi ancora un po'

Ye are many — they are few

in Fragile Europa di

La campagna elettorale per il Labour Party si è chiusa con la lettura da parte di Corbyn di una parte del poema di Percy Shelley, marito di Mary (autrice di Frankenstein), “La maschera dell’anarchia”. Rise like Lions after slumber In unvanquishable number, Shake your chains to earth like dew Which in sleep had fallen on…

Leggi ancora un po'

Annegando

in Opinioni di

C’è stato un tempo in cui era bello sognare, in cui era bello incazzarsi… era bello immaginare un mondo diverso. Ci siamo addormentati con gli “also sprach” dei vecchi come ninna nanna e all’alba erano morti tutti. Sfiliamo con ironia innalzando le icone del passato, simboli ormai frivoli e buoni solo per avere qualcosa da…

Leggi ancora un po'

torna su